Pagina 535 di 583

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: mercoledì 27 febbraio 2019, 20:11
da irpino
Iceman ha scritto:ma va? ricordo di neve a Napoli pure a metà aprile in qualche caso.. ma sai si dimenticano certe cose.. poi se non accumula non è neve... vabbè... l'inverno non finisce a marzo da noi.. da noi a marzo continuano ad allungarsi di più le giornate quella è l'unica certezza..


:good:

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: mercoledì 27 febbraio 2019, 22:06
da whitesnow12
Speriamo in un articata stile marzo 2013 #mitra

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: mercoledì 27 febbraio 2019, 22:09
da Fabryij
Beh, su tutte, come già detto in un altra sezione del forum, ricordo la nevicata del 30 marzo 1995...!

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: giovedì 28 febbraio 2019, 2:44
da Picentino27
Ombra84 ha scritto:Una della ca...ate più assurde dei meteopsicopatici soprattutto del nord Italia, assieme al fatto che a Marzo non è inverno. X(
E' tra i tanti motivi per i quali ho smesso di seguire forum nazionali e pagine nazionali.

C'è gente di Milano del CML per cui a metà gennaio a Milano l'inverno è già finito, pensa un pó =)) =)) =))

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: giovedì 28 febbraio 2019, 7:52
da Ombra84
Finchè ECMWF manco intravede nulla possiamo dormire sonni tranquilli :D

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: giovedì 28 febbraio 2019, 9:39
da Lupo81
Ombra84 ha scritto:Finchè ECMWF manco intravede nulla possiamo dormire sonni tranquilli :D

Esatto :good: oggi la prima carta buona è del parallelo di gfs a 384h 8-|

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: giovedì 28 febbraio 2019, 13:11
da nightfive
anchio ho visto nevicare ad aprile fu una nevicata violenta 2003 o 2001 non ricordo bene ora....cmq la cosa buona che può regalare marzo sono i contrasti forti che possono portare nevicate toste anche con termiche risicate sotto una v-shape ecc x ora anche gli spaghi non vedono niente ma il tempo c'è... io penso tra il 10e il 20 qlcs arriverà

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: giovedì 28 febbraio 2019, 19:30
da noqot
Ogni anno dibattiamo sempre sulla data in cui dovrebbe iniziare teoricamente la primavera.
Domanda che credo sia priva di risposta perchè la Natura rifugge dagli schemi e se ovviamente la diversa inclinazione della terra rispetto al sole durante l'anno detta il ritmo a livello climatico, altri innumerevoli fattori rendono difficile trovare una data fissa di riferimento.
Del resto, Marzo è proverbialmente pazzo e può benissimo alternare giornate caldissime e freddissime.
Statisticamente però ovviamente è vero che la presenza del mare e della sua inerzia termica, tende a ritardare al Sud il caldo rispetto a zone più continentali.

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: venerdì 1 marzo 2019, 7:23
da sabato
Mah. Discussione inutile.
I mesi di transizione sono così. Presentano caratteri ibridi, molto variabili.
A volte anche aprile!
Lo stesso si potrebbe dire di settembre: è ancora estate o è già autunno?
E quante volte a fine novembre è entrato il freddo (vero) da est?

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: venerdì 1 marzo 2019, 8:33
da Iceman
infatti la primavera astronomica e meteorologica se per quest'ultima intendiamo i movimenti in alta quota delle masse d'aria , può avere un senso dire che inizia il 1 marzo ma sono convenzioni e sopratutto non corrispondono assolutamente queste date a quanto accade dove l'uomo vive cioè al suolo e non a 5000 mt. ;)

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: sabato 2 marzo 2019, 13:09
da Lupo81
Modelli al momento da inverno finito purtroppo x_x a questo punto speriamo almeno che arrivino buone piogge :-??

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: sabato 2 marzo 2019, 17:40
da Neve83
Si,ad oggi carte orrende.. vp chiuso

Ho guardato giusto ECMWF :ymsick:

Immagine

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: sabato 2 marzo 2019, 19:28
da Lupo81
Neve83 ha scritto:Si,ad oggi carte orrende.. vp chiuso

Ho guardato giusto ECMWF :ymsick:

Immagine

Purtroppo Marzo sta diventando un mese non più invernale...forse l'ultimo decente che mi ricordo è stato nel 2005 x_x

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: sabato 2 marzo 2019, 19:46
da whitesnow12
Brutta cosa vedere un vpt cosi chiuso a marzo..

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: sabato 2 marzo 2019, 21:51
da David77
Big General ha detto Stop.
Se ne riparla tra 9 mesi.
Comunque temo un 2017...

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: sabato 2 marzo 2019, 22:26
da lupacchiottoirpino
L’anno scorso fece un giorno di neve a marzo
Comunque questo vp ora invece mi fa presupporre una primavera instabile con Final Warming tardivo

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: domenica 3 marzo 2019, 10:38
da leo95nf
Pare proprio che (anche) la prima decade di Marzo voli via sotto la cappa dell'HP

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: domenica 3 marzo 2019, 18:41
da Burian
Non mi trovo concorde con il discorso stagioni astronomiche e meteorologiche...inoltre non capisco davvero il discorso secondo il quale i movimenti a 5000 mt non ci condizionano?! Le carte di geopotenziali sono appunto a 5500 mt circa (500hpa)... esprimo brevemente la mia e vi linko un articolo che feci ad inizi di settembre sull'argomento in questione :

Le stagioni meteorologiche sono state suddivise mediante convenzione ma dietro tale convenzione ci sono motivazioni fisiche, statistiche e climatologiche oltre che puramente motivazioni di Analisi Meteorologica…
Senza dilungarmi troppo è stato infatti riscontrato statisticamente parlando che la disposizione delle figure bariche che contraddistinguono il quadro meteorologico cominciano a mutare e a mostrare segni di cambiamento (a seconda della stagione) circa 2/3 settimane prima dell’equinozio o solstizio legato al succedersi delle stagioni astronomiche.
Inoltre, sempre ricorrendo ad adeguate tecniche statistiche, è stato riscontrato che il mese più freddo dell’anno e il mese in cui le figure bariche con il loro dislocamento e disposizione esprimono la massima espressione in essere dell’inverno, è Gennaio. Discorso opposto : il mese più caldo dell’anno e il mese in cui le figure bariche con il loro dislocamento e disposizione esprimono la massima espressione in essere dell’estate, è Luglio.
Ora, siccome le stagioni sono composte da 3 mesi ognuno, Gennaio e Luglio si pongono esattamente al centro rispettivamente tra Dicembre e Febbraio e Giugno ed Agosto. Per tale motivazione, dato che in climatologia l’analisi media mensile la si effettua dal primo giorno del mese all’ultimo, e dato anche la motivazione esposta più sopra legata al mutamento e dislocamento delle figure bariche che avviene prima della data dell’equinozio/ solstizio, è stato convenzionalmente deciso che le stagioni invernali ed estive dovevano partire dal Primo giorno di Dicembre/Giugno all’ultimo giorno di Febbraio/Agosto.
La primavera meteorologica e l’autunno meteorologico sono una conseguenza derivante dalla suddivisione estiva ed invernale sopra esposta e chiaramente è stato riscontrato , sempre con un discorso statistico, che anche queste 2 stagioni cominciano a mostrare movimenti e dislocazioni bariche ben prima della data del relativo equinozio/solstizio.

Non pensiamo solo alla nostra Italia ma a tutto il nostro emisfero e facciamo un esempio :
Il 15 settembre non troveremo mai uno scenario emisferico di dislocazione di figure bariche uguale o simile al 15 luglio o 15 agosto, ma troveremo statisticamente parlando uno scenario già autunnale dato per esempio l’avanzamento e l’approfondimento del VP con conseguenziali differenze pressorie più marcate tra alte, medie e basse latitudini ecc ecc...Dunque non potremo quindi affermare che meteorologicamente parlando il 15 settembre saremo ancora in estate, ma sarà già autunno e così anche per le altre stagioni…
Senza considerare poi il discorso della maggiore o minore durata delle giornate che anche è importante.
versione completa qui...
http://www.meteoindiretta.it/giornale-m ... ifferenze/

Dunque in conclusione ritengo che chi mastica di meteo (anche semplici o dotti appassionati ma ancor di più per gli addetti ai lavori) e ha una visione non orticellistica ma di insieme, debba considerare il succedersi delle stagioni secondo convenzione meteorologica.

Che poi a marzo possa ancora fare ondate di gelo e neve e possa essere ancora inverno questo credo sia una cosa normale. Ma vorrei far notare che le HP di inizio marzo sono già completamente diverse da un HP di inizio dicembre : questo lo si nota soprattutto sulle zone interne e più continentali se vogliamo parlare di scala locale, mentre se vogliamo parlare di scala emisferica, si notano già generalmente isoterme massime e geopotenziali massimi diversi rispetto a quelli generalmente di inizio dicembre (non sto facendo nessun riferimento a situazioni meteorologiche precise di quest'anno o di un determinato anno. Parlo in generale.

Per quanto riguarda la mia città ma non solo, generalmente tutte le zone interne dell'Italia, il mese più freddo dell'inverno è Gennaio, ovvero quello con le medie climatiche più basse. Marzo risulta più caldo di Dicembre, proprio perchè inizia una distribuzione diversa di isoterme e geopotenziali, unite ad una insolazione diversa e durata del giorno maggiore! Nelle belle giornate anticicloniche di Marzo le zone interne continentali sono le prime a scaldarsi rispetto alle coste. Difatti sulle coste i mesi di Marzo, secondo le medie storiche climatiche, risultano in molti casi più freddi di Dicembre, specie al centro-sud!
Ma questo a mio parere non deve trarre in inganno : le acque superficiali marine nei mesi di Marzo e Aprile raggiungono le temperature più basse, quindi è normale che ad un HP forte che porta i primi 20-22 gradi sulle zone interne, le zone costiere rispondano con temperature massime anche sensibilmente più basse a causa dell'attivazione di una brezza molto fresca! Invece a Dicembre questo accade meno, in quanto le temperature marine sono ancora relativamente calde.
Voglio dire che, avere a Marzo medie storiche climatiche più basse di Dicembre per le zone costiere centro-meridionali, non è sintomo di mese invernale, ma paradossalmente può essere preso come segno appunto di avanzamento stagionale, soprattutto se tali medie storiche climatiche le si raffrontano con quelle delle immediate zone interne che appunto sono completamente diverse (Marzo più caldo di Dicembre). Se le medie storiche climatiche delle zone interne fossero anche loro più basse a Marzo rispetto a Dicembre, allora il discorso poteva cambiare e avrebbero permesso di poter collocare Marzo come mese invernale a tutti gli effetti.

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: domenica 3 marzo 2019, 19:40
da Iceman
il tuo discorso non fa una piega Alberto , la mia provocazione serve anche a stimolare il dibattito e infatti ci sono riuscito e mi fa piacere che tu abbia dato una esauriente risposta all'argomento in questione. E' chiaro che marzo è un mese diverso dal punto di vista meteo e che non può essere paragonato a dicembre proprio per i motivi di cui sopra tu hai descritto. Resta però un mese che offre quasi sempre più spunti di inverno che estivi e questo magari non varrà per quello in corso ma è valso eccome per tanti mesi prima.. Questo accade proprio perché si proviene dalla stagione invernale altrimenti non avrebbe motivo di accadere. Sono rimasto generico apposta per stimolare la discussione alquanto interessante... grazie per la risposta che hai dato ;)

Re: Lungo termine! (> 120h)

Inviato: domenica 3 marzo 2019, 21:38
da noqot
Bell'intervento Alberto. Anche secondo me marzo va considerato primaverile, al di là che a volte può essere più freddo di dicembre, perchè il sole va più alto e scalda di più le superfici, al di là di quella che è la temperatura dell'aria.
Quanto al discorso su quando devono iniziare le stagioni, se è vero quello che dice Alberto che a livello di configurazione generale emisferica a marzo di colgono segnali che a dicembre non si vedono, io credo che comunque nel succedersi delle stagioni, degli anni e delle ere ci sia un elemento caotico che si sovrappone a quello astronomico che spesso (seppur in riferimento a singole porzioni di territorio) sposta in avanti o indietro il momento in cui cambia la stagione.