ragazzi ma il GW stà rallentando?

Argomenti di interesse meteorologico che non rientrano nella categoria precedente.
Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 18547
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda noqot » martedì 25 settembre 2018, 18:36

Concordo. Secondo me ci sta pure l'interpolazione, come ci sta pure la correzione statistica perchè è pressocché impossibile trovare serie storiche affidabili ultracentenarie.
Però non mi sembra corretto che questi studi vadano spacciati come incontrovertibili realtà matematiche quando sono solo autorevoli e discrezionali approssimazioni.

La verità è che, se la presenza del GW è oramai realtà difficilmente discutibile, nessuno è riuscito seriamente a dimostrare quale sia la sua esatta misura.
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » mercoledì 10 ottobre 2018, 20:18

statistica dei dati di Montevergine osservatorio.

Ultimi 58 mesi dal gennaio 2016

Mesi sopra la media dal 2008 al 2017 rilevata dalla nostra stazione DAVIS ubicata sempre nello stesso posto pari a 16 su 58

mentre se allarghiamo lo sguardo alla media 1981-2010 realizzata però con stazioni di diversa tipologia, il numero dei mesi sopra la norma come temperatura media sale a 21 su 58

in entrambi i casi prevalgono i mesi in media o sotto la media rispetto ai sovramedia... ma per tanti soliti noti ci stiamo scaldando e stiamo per morire tra deserti , alluvioni, bollenti ondate di caldo etc etc etc

viva l'Italia...
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » mercoledì 10 ottobre 2018, 21:49

a completare la statistica posso dirvi che per la stazione di Montevergine considerando la media 1884/2017 i mesi sopra la norma sono 103 su 130 considerando la media 1981/2010 scendono a 89 su 130 e considerando la media della sola davis dal 2008 al 2017 scendono a 60 su 130 . Quindi si evince che in un complesso di valori sopra la norma se guardiamo la serie storica assoluta abbiamo il 79.2 % dei valori in sopra media, considerando quella del 1980-2010 la percentuale scende al 68.5% e infine considerando solo gli anni dal 2008 al 2018 scende al 46.2% . Questo però senza tener conto di alcune cose fondamentali.. fino al 2007 i dati venivano rilevati sulla capannina a finestra lungo la parete nord della torre meteorologica il che significa mancata esposizione al sole per tutta la giornata e valori probabilmente sottostimati, inoltre gli estremi giornalieri erano rilevati con termometri meno pronti alle variazioni istantanee rispetto alla sonda elettronica Davis . Dal 2008 in poi invece i dati sono rilevati con la Davis sulla terrazza esposta ai 4 venti e al sole oltre che al riverbero della pavimentazione della terrazza stessa motivo per il quale io prenderei molto con le molle il valore medio mensile della temperatura prima del 2008 rispetto a dopo. Una cosa che ancora non abbiamo fatto e che ci ripromettiamo di fare quanto prima è un confronto tra due Davis una sul tetto e una nella posizione della vecchia capannina cosi da apprezzare la differenza che si viene a creare tra i valori sul tetto e quelli lungo la parete nord della torre.
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
Picentino27
Tornado
Tornado
Messaggi: 18761
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 21:41
Località: Salerno
Stazione meteo: DAVIS VANTAGE VUE
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Salerno - zona Rufoli ( 223 mt s.l.m. )
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Picentino27 » mercoledì 10 ottobre 2018, 23:49

Iceman ha scritto:a completare la statistica posso dirvi che per la stazione di Montevergine considerando la media 1884/2017 i mesi sopra la norma sono 103 su 130 considerando la media 1981/2010 scendono a 89 su 130 e considerando la media della sola davis dal 2008 al 2017 scendono a 60 su 130 . Quindi si evince che in un complesso di valori sopra la norma se guardiamo la serie storica assoluta abbiamo il 79.2 % dei valori in sopra media, considerando quella del 1980-2010 la percentuale scende al 68.5% e infine considerando solo gli anni dal 2008 al 2018 scende al 46.2% . Questo però senza tener conto di alcune cose fondamentali.. fino al 2007 i dati venivano rilevati sulla capannina a finestra lungo la parete nord della torre meteorologica il che significa mancata esposizione al sole per tutta la giornata e valori probabilmente sottostimati, inoltre gli estremi giornalieri erano rilevati con termometri meno pronti alle variazioni istantanee rispetto alla sonda elettronica Davis . Dal 2008 in poi invece i dati sono rilevati con la Davis sulla terrazza esposta ai 4 venti e al sole oltre che al riverbero della pavimentazione della terrazza stessa motivo per il quale io prenderei molto con le molle il valore medio mensile della temperatura prima del 2008 rispetto a dopo. Una cosa che ancora non abbiamo fatto e che ci ripromettiamo di fare quanto prima è un confronto tra due Davis una sul tetto e una nella posizione della vecchia capannina cosi da apprezzare la differenza che si viene a creare tra i valori sul tetto e quelli lungo la parete nord della torre.

Insomma i dati prima del 2008 sono sovrastimati se ho capito bene? E, riguardo al tuo messaggio precedente Mario, anche tu quindi sei un pò scettico sulla reale entità del GW? :-? :-? :) ;)
NICOLA
(MARCOTULLIO) GIOVANNONE


Gaika forever

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » mercoledì 10 ottobre 2018, 23:57

non posso trarre conclusioni affrettate ma mi limito a notare l'evidenza dei fatti.. poi vedremo ... appena possiamo fare un confronto serio vecchia nuova postazione ;)
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 18547
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda noqot » giovedì 11 ottobre 2018, 17:52

la mia impressione è che il GW sia una realtà, ma concordo sul fatto che il passaggio alla strumentazione elettronica, a schermature meno performanti , ad altre tipoligie di posizionamenti rendono poco comparabili le temperature registrate attualmente con quelle ante epoca elettronica.
Quello che critico però negli studi attuali non è tanto il risultato finale, ma il fatto che NESSUNO descriva analiticamente le metodologie utilizzate, metta una foto delle stazioni prese in considerazione, ci faccia capire se nel corso degli anni è cambiata la posizione o lo schermo delle stazioni .. non è che voglio fare il negazionista, il complottista o il malfidato ma credo che ci voglia più trasparenza e più attenzione alla corretta rilevazione dei dati.
Anche perchè mi viene il sospetto proprio dalla circostanza che nei vari studi si citi poco la strumentazione di riferimento che ci sia poca attenzione alla correttezza della rilevazione dei dati. Cioè, guardando dall'esterno il mondo della meteorologia, ho l'impressione che ci sia poco coordinamento tra chi rileva i dati e chi li elabora nei vai studi.
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Picentino27
Tornado
Tornado
Messaggi: 18761
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 21:41
Località: Salerno
Stazione meteo: DAVIS VANTAGE VUE
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Salerno - zona Rufoli ( 223 mt s.l.m. )
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Picentino27 » giovedì 11 ottobre 2018, 19:41

noqot ha scritto:la mia impressione è che il GW sia una realtà, ma concordo sul fatto che il passaggio alla strumentazione elettronica, a schermature meno performanti , ad altre tipoligie di posizionamenti rendono poco comparabili le temperature registrate attualmente con quelle ante epoca elettronica.
Quello che critico però negli studi attuali non è tanto il risultato finale, ma il fatto che NESSUNO descriva analiticamente le metodologie utilizzate, metta una foto delle stazioni prese in considerazione, ci faccia capire se nel corso degli anni è cambiata la posizione o lo schermo delle stazioni .. non è che voglio fare il negazionista, il complottista o il malfidato ma credo che ci voglia più trasparenza e più attenzione alla corretta rilevazione dei dati.
Anche perchè mi viene il sospetto proprio dalla circostanza che nei vari studi si citi poco la strumentazione di riferimento che ci sia poca attenzione alla correttezza della rilevazione dei dati. Cioè, guardando dall'esterno il mondo della meteorologia, ho l'impressione che ci sia poco coordinamento tra chi rileva i dati e chi li elabora nei vai studi.

Vero, anche io percepisco un pò questa situazione di dissidio, a pensarci bene ;)
NICOLA
(MARCOTULLIO) GIOVANNONE


Gaika forever

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » giovedì 11 ottobre 2018, 21:35

noqot ha scritto:la mia impressione è che il GW sia una realtà, ma concordo sul fatto che il passaggio alla strumentazione elettronica, a schermature meno performanti , ad altre tipoligie di posizionamenti rendono poco comparabili le temperature registrate attualmente con quelle ante epoca elettronica.
Quello che critico però negli studi attuali non è tanto il risultato finale, ma il fatto che NESSUNO descriva analiticamente le metodologie utilizzate, metta una foto delle stazioni prese in considerazione, ci faccia capire se nel corso degli anni è cambiata la posizione o lo schermo delle stazioni .. non è che voglio fare il negazionista, il complottista o il malfidato ma credo che ci voglia più trasparenza e più attenzione alla corretta rilevazione dei dati.
Anche perchè mi viene il sospetto proprio dalla circostanza che nei vari studi si citi poco la strumentazione di riferimento che ci sia poca attenzione alla correttezza della rilevazione dei dati. Cioè, guardando dall'esterno il mondo della meteorologia, ho l'impressione che ci sia poco coordinamento tra chi rileva i dati e chi li elabora nei vai studi.


Applausi.. hai espresso in parole più chiare possibile quello che io penso da tempo..

Altro esempio.. le Svalbard, studio del CNR presso la base Dirigibile Italia... lo studio , tra l'altro citato a Rai tre in una recente trasmissione sul riscaldamento artico, sostiene che c'è stato un aumento negli ultimi 7o 8 anni alle Svalbard della temperatura media annua di 4° che sono un'enormità per quell'area. Ma come dici te, vai a capire come sono stati rilevati questi dati, quale manutenzione viene effettuata e da chi etc...

Se poi spostiamo il discorso a quegli studi che utilizzano serie storiche lunghissime a volte più di 100 anni e correggono con interpolazioni strane tutti i valori delle serie per apparare i vari buchi ed errori, quello che hai detto te è perfetto e calza a pennello.. non c'è trasparenza anzi pare quasi che non si vogliano dare le notizie apposta per evitare il dibattito.. siamo scienziati, apparteniamo ad enti internazionali questi sono i risultati e non si discute punto...
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » giovedì 11 ottobre 2018, 22:06

Dato che sono come san Tommaso, ho provato dalla pagina http://www.isac.cnr.it/~radiclim/CCTower/?Data ad inserire un intervallo che parte dal 20180101 a terminare al 20181010 quando la pagina viene caricata scorrendo tutti i dati giorno per giorno si notano una quantità di buchi giornalieri notevole.. il 2-3-4-10 dal 20 gen fino al 4 feb e a seguire in tutto il 2018 mancano 66 giorni e per alcuni giorni i dati sono parzialmente completi.. questo sinceramente non è che mi depone proprio bene sulla bontà dei dati rilevati nonostante siano stazioni di alto livello con sensori Vaisala.. spero sia solo un output mancante nell'interrogazione al DB da internet e magari i dati ci sono poi nella serie..ma la cosa suonerebbe strana.. perchè non compaiono se interrogo il DB con una query? non ho verificato gli anni precedenti , ma già notare dei buchi del genere nell'anno in corso mi lascia perplesso sinceramente... e chest'è
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
Blizzard
Staff
Staff
Messaggi: 1713
Iscritto il: sabato 14 marzo 2009, 17:01
Località: Napoli - Vomero (220 mslm)

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Blizzard » giovedì 11 ottobre 2018, 22:35

Semplicemente deprimente......

Avatar utente
Picentino27
Tornado
Tornado
Messaggi: 18761
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 21:41
Località: Salerno
Stazione meteo: DAVIS VANTAGE VUE
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Salerno - zona Rufoli ( 223 mt s.l.m. )
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Picentino27 » martedì 13 novembre 2018, 19:18

Di Filippo Thiery (Meteorologo e climatologo):
"Questo non è il momento giusto per creare ambiguità. Il messaggio della comunità scientifica è forte, molto chiaro, dovrebbe motivare senza indugio scelte consapevoli, per intraprendere azioni immediate a livello locale e globale, affrontando trasformazioni complesse in tutti gli aspetti socio-economici. " (cit. Serena Giacomin, presidente della Italian Climate Network, in questo articolo di Emanuele Bompan per Linkiesta.it : https://bit.ly/2Pq6D1a )

E nel momento in cui (da un bel pezzo, non certamente da oggi) il messaggio che arriva dalla comunità scientifica planetaria è forte e chiaro, sia in termini dell'analisi del cambiamento climatico e della diagnosi delle sue cause, che della prognosi sugli impatti che ne derivano e sulle cure da intraprendere con urgenza assoluta (come col codice rosso al pronto soccorso, si tenta il tutto per tutto, ora o mai più) per limitarli... stare ancora a sollevare incertezze, alimentare titubanze e stuzzicare ambiguità, è né più né meno che un modo criminale (sissignore) di utilizzare le parole.
E NON mi riferisco tanto al misero manipolo di negazionisti a perenne caccia di notorietà con curriculum in climatologia pari a zero (anzi non diamo loro troppa enfasi, perché è quello che cercano), ma soprattutto a chi ha la responsabilità di comunicare su queste tematiche da ruoli autorevoli, e sovente non si pone il problema dell'importanza delle parole, maledizione SIAMO SEMPRE LI', le parole sono importanti, nella Scienza ancor più che negli altri ambiti dello scibile umano (perché se il medico vi dice che avete una ciste al fegato o un tumore al fegato fa una bella differenza, nevvero? Eppure è sempre il fegato, dai, ciste o tumore cosa vuoi che conti, in fondo "sono solo definizioni"). Sono. Solo. Definizioni.
Intendiamoci, sono il primo a non tollerare le speculazioni che a volte si leggono sui social (in cui anche il più classico dei temporali estivi o il il primo tepore in maggio vengono spacciati come prova del riscaldamento globale), ma qui non stiamo parlando dei cazzari su facebook (se ne trovano su qualsiasi argomento, compresi i più seri), stiamo parlando di quello che dice la Scienza, e dimmi se a 30 anni (trent'anniiiii! io ero diciottenne, oggi sto con un piede nella fossa, perdiana!) dall'istituzione dell'IPCC, dopo 5 colossali rapporti di valutazione basati su decine di migliaia di articoli scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste del globo da esperti di tutti i continenti, dopo il report speciale sul grado e mezzo appena uscito e tutto quello che c'è scritto NERO SU BIANCO... dobbiamo ancora sentire gente che parla di SCALE DI GRIGIO, di mancanza di certezze, gli studi sono ancora parziali, non possiamo escluderlo ma neanche confermarlo, c'è ancora tanto da comprendere, ecc. ecc..
L'uso criminale delle parole, la corruzione del linguaggio, diceva Nanni Moretti in quel vecchio film (ma l'IPCC già esisteva, pensa te). Criminali e corrotti, ecco cosa sono, quelli che parlano male.
Ultima modifica di Picentino27 il martedì 13 novembre 2018, 19:55, modificato 1 volta in totale.
NICOLA
(MARCOTULLIO) GIOVANNONE


Gaika forever

Avatar utente
Picentino27
Tornado
Tornado
Messaggi: 18761
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 21:41
Località: Salerno
Stazione meteo: DAVIS VANTAGE VUE
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Salerno - zona Rufoli ( 223 mt s.l.m. )
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Picentino27 » martedì 13 novembre 2018, 19:54

Per completezza d'informazione, invece, ecco l'intervento su FB (forse anche dal vivo) in una manifestazione che sostanzialmente nega la certezza dell'AGW all'Università La sapienza di Franco Ortolani, Onorevole Senatore del M5S (senza scadere nella politica ragazzi, mi raccomando :) ):
Clima futuro: buon senso ambientale nella scienza!
Studiare il clima con i dati strumentali a disposizione relativi agli ultimi 150 anni circa credendo che il cambiamento climatico dipenda esclusivamente da quanto accaduto in questi 150 anni è una attività (ambientalmente) "riduttiva".
Pensare che gli ultimi 150 anni di storia del clima, dell’ambiente e delle attività umane contengano tutti i dati per capire perché stia avvenendo l’attuale variazione climatico-ambientale è semplicemente folle! Significa credere fermamente che gli ultimi 150 anni circa non hanno un passato ed essere malati di onnipotenza pensando che solo le attività umane siano le responsabili dei cambiamenti globali che stiamo vivendo.
L’inquinamento ambientale è una cosa ed è dovuta alle attività antropiche.
Il cambiamento climatico-ambientale attuale (degli ultimi 150 anni) è tutt’altra cosa e deve essere correttamente inquadrato nella storia millenaria precedente.
Però mancano i dati strumentali, come si fa?
Allora? Casca l’asino?
No! Si deve dire che prima degli ultimi 150 anni nessuna modificazione naturale significativa è avvenuta e che solo nell’ultimo secolo e mezzo quando l’uomo ha cominciato ad inquinare è iniziato come effetto il cambiamento climatico attuale.
Ai freddi calcolatori non passa nemmeno per la testa che le attività umane possano essersi intensificate, casualmente, proprio in una fase in cui il clima stava iniziando a cambiare naturalmente e in relazione a modificazioni plurisecolari. E che, quindi, l’inquinamento antropogenico si sta aggiungendo alla variazione naturale.
E conseguentemente, anche annullando l’inquinamento antropogenico il cambiamento climatico-ambientale continuerebbe ad evolvere secondo la naturale ciclicità.
E’ evidente che le combinazioni di fenomeni terrestri ed extraterrestri sono molteplici e fantasiosi; con i numeri di 150 anni circa è impossibile individuare gli algoritmi plurisecolari e millenari della natura.
Solo chi ha fantasia per capire la fantasia della natura può orientarsi.
E’ evidente che occorre la sinergia tra studiosi della natura che sappiano individuare ed interpretare correttamente gli archivi naturali integrati relativi agli ultimi millenni (es. sedimenti climaticamente controllati, reperti archeologici, notizie storiche, ecc,) e studiosi dei dati strumentali degli ultimi 150 anni circa, per orientarsi e prevedere i prossimi cambiamenti del clima e dell’ambiente e fornire in tempo utile adeguate soluzioni per preparare l’ambiente antropizzato alle future condizioni ambientali.
Facile a dirsi. Quasi impossibile a farsi!
Incomunicabilità tra studiosi “freddi ma limitati nel tempo” e studiosi “fantasiosi”.
Prevaricazioni non sempre non interessate perché il cambiamento del clima e dell’ambiente è anche un business diversificato globale.
Clima futuro: scienza e buon senso ambientale.

Il riscaldamento globale 1000 anni fa e 2000 anni fa circa c'è stato e senza contributi antropogenici. In tutto il Mediterraneo ci sono le evidenze geoarcheologiche e storiche...non numeriche e quindi incomprensibili da chi dipende solo dal dato numerico che deve negare la storia del clima e dell'ambiente che deve nascere per forza 150 anni fa circa! "Fantasia" della natura basata sugli archivi geoarcheologici integrata con i dati numerici per il breve periodo ultimo.
Chi nega gli archivi geoarcheologici integrati è "fuori dalla realtà": è un negazionista che nega che il clima ed ambiente abbiano avuto una evoluzione nelle ultime migliaia di anni indipendentemente dall'inquinamento antropogenico ultimo.

Alla ciclicità naturale climatica negli ultimi 150 anni circa si sovrappone l'attività antropica con emissioni climalteranti il cui controllo e riduzione devono essere fortemente condivisi e attuati. È evidente che la modificazione climatico ambientale continuerà ad accentuarsi come avvenuto 1000 anni fa nel periodo caldo medievale tra il 1000 e 1300. Buon senso e pragmatismo scientifico evidenziano che oltre alle innovazioni industriali tese a ridurre le emissioni gassose climalteranti bisogna intervenire diffusamente per preparare il territorio al fine di mitigare gli impatti sull'ambiente naturale, le attività agricole, le risorse idriche e ambientali come fiumi e spiagge...
NICOLA
(MARCOTULLIO) GIOVANNONE


Gaika forever

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » sabato 8 dicembre 2018, 8:51

ultime notizie.. l'ISAAC comunica che...

Monitoraggio del clima per l'Italia

Il servizio non è più disponibile.
Il numero di dati gratuiti quasi in tempo reale sull'Italia disponibili da reti internazionali ( osservazioni WMO METAR e SYNOP dei Servizi Met nazionali) è diventato troppo basso per fornire un'analisi affidabile.
=))

Aggiungo sulle serie dati e sull'entità presunta del riscaldamento della temperatura media mondiale...

ecco il numero di stazioni in Europa nel 1881

1881.jpg


ecco quelle del 2018

2018.jpg


no comment...
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 18547
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda noqot » sabato 8 dicembre 2018, 8:59

Sicuramente l'entità del riscaldamento è difficile da definire, proprio per la mancanza di dati comparabili (alla scarsezza di stazioni nei secoli passati aggiungerei anche la differente posizione dei sensori, spesso, prima degli ultimi decenni, messi su pareti nord che solitamente danno valori un pò più bassi, come se ho capito si sta verificando a MTV).
Ciò premesso, numerosi indicatori (estensione dei ghiacci, comparazione con i dati degli ultimi decenni, maggiormente assimilabili agli attuali) mi pare che lascino propendere per un certo riscaldamento complessivo che non so fino a che punto è negabile
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » sabato 8 dicembre 2018, 9:44

si ma anche su questo ci sarebbe da discutere.. i ghiacciai compaiono e scompaiono a cicli anche loro... in Val D'Aosta ci sono vitigni a quote impensabili utilizzati in epoche remote dei secoli scorsi.. restiamo in periodo di apparente surriscaldamento secondo me.. ma sinceramente vedo troppa attenzione ed allarmismo sarebbe il caso di propendere l'attenzione politica e mediatica sui disastri ambientali in giro per il pianeta più che sul presunto clima impazzito
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 18547
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda noqot » lunedì 3 giugno 2019, 19:25

Niente, il maggio anomalo in Italia e parte dell'Europa è stato un fatto isolato pare, visto che a livello globale la temperatura è stata piuttosto alta.
C'è poco da fare, le ipotesi di vari scienziati che vedevano un possibile rallentamento se non stop del GW a seguito della bassa attività solare, per ora non trovano riscontro. :(
Allegati
UAH_LT_1979_thru_May_2019_v6.jpg
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27129
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: UMidigi S2 13Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux W7 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda Iceman » lunedì 3 giugno 2019, 21:58

Stiamo parlando di 3 decimi di media con temperature rilevate da satelliti...
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 18547
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda noqot » lunedì 3 giugno 2019, 23:31

Vero. Però lo scopo di queste rilevazioni non è la precisione (ovviamente impossibile senza schermo e da centinaia di km), ma la uniformità e quantità di rilevamenti che rendono significativo anche lo scostamento di pochi decimi di gradi.
Piuttosto credo che assuma notevole importanza la temperatura degli oceani (la stragrande maggioranza della superficie terrestre), tant'è che ad ogni grande nino, secondo queste misura, sembra esserci un ulteriore step del riscaldamento.
Secondo me cmq da tali dati si traggono maggiori indicazioni a livello globale rispetto ai dati da terra, spesso influenzati da malfunzionamenti, posizioni, isole di calore, vuoti di stazioni in tanti parti del globo e che non tengono conto degli oceani.
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

sabato
Libeccio
Libeccio
Messaggi: 654
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2010, 22:13
Località: Napoli

Re: ragazzi ma il GW stà rallentando?

Messaggioda sabato » martedì 4 giugno 2019, 8:06

A mio modesto avviso, il riscaldamento "globale" va traguardato su una scala più ampia a livello spaziale e temporale.
In questo può aiutare lo studio dei ghiacci fossili studiati mediante carotaggio.
Tutti i rilevamenti finora propendono verso l'ipotesi di un riscaldamento. Con velocità eccezionalmente elevata.
Se poi questo sia dovuto alle attività umane ..
.. in parte sicuramente.


Torna a “Articoli & Discussioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite