TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Argomenti di interesse meteorologico che non rientrano nella categoria precedente.
Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31175
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: Umidigi S3 48Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux- W10 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Iceman » mercoledì 16 settembre 2020, 11:07

carino in effetti

CNCMA SITUAZIONE:
UNA PROFONDA DEPRESSIONE, ATTUALMENTE A SUD-EST DELLA SICILIA, TENDE
A SPOSTARSI VERSO LO IONIO MERIDIONALE, LAMBENDO LE COSTE IONICHE DI
CALABRIA E SICILIA;
IL MASSIMO APPROFONDIMENTO, PARI A 980 HPA, SI RAGGIUNGERA' ALLE
12UTC DI DOMANI, PER POI TRASLARE VERSO LEVANTE.

b80e7e01-d2e1-4609-a6fc-2cd36249f9c9.jpg
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

31/10/19 to 29/11/19 record di 30 gg. di pioggia

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 20121
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda noqot » mercoledì 16 settembre 2020, 17:36

sti vortici bassi mediterranei da noi per lo più portano ventaccio secco ed inutile .. personalmente non ne ricordo uno con effetti rilevanti in Campania ..
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Ombra84
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 19503
Iscritto il: domenica 15 marzo 2009, 11:24
Località: Anacapri
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Anacapri

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Ombra84 » mercoledì 16 settembre 2020, 18:51

dovrebbe formarsi ul basso tirreno per avere effetti di rilievo in Campania.

Cmq struttura che ha già completato la genesi in Medicane o TLC,adesso c'è da attendersi una evoluzione di disallineamento quota-suolo.
Stazione meteo Anacapri (NA)

Moderatore Globale.

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 20121
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda noqot » mercoledì 16 settembre 2020, 19:16

Ombra84 ha scritto:dovrebbe formarsi ul basso tirreno per avere effetti di rilievo in Campania.

Ovvio .. ma è un caso che non si formino quasi mai nei pressi delle coste campane? Secondo me no, perchè per loro caratteristiche strutturali questi TLC devono 1) stare in mare 2) essere a minimo stretto, che da noi si traduce in scirocco, cui gran parte delle nostre località sono poco sensibili.
Magari sarò presto smentito, ma resto convinto che la pioggia seria in Campania lo provochino conche ampie (quindi SW) o anche minimi stretti ma con il minimo centrato così vicino alla costa che sarebbe quantomeno problematica una loro evoluzione in TLC.
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31175
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: Umidigi S3 48Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux- W10 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Iceman » mercoledì 16 settembre 2020, 21:23

Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

31/10/19 to 29/11/19 record di 30 gg. di pioggia

Avatar utente
leo95nf
Maestrale
Maestrale
Messaggi: 4453
Iscritto il: domenica 17 gennaio 2016, 23:06
Località: Marano di Napoli, 150mslm
Fotocamera: Galaxy S10 / Lumia 950 XL
Sistema Operativo: Windows 10
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda leo95nf » giovedì 17 settembre 2020, 0:07

Non poteva mancare il mio aggiornamento... :D

Medicane "Udine"

satvisit-18-00.jpg
Udine come appariva nel visibile alle ore 18.00 CEST del 16 settembre 2020


Non è insolito assistere, nonostante i titoli allarmistici di alcuni siti web, alla formazione di sistemi perturbati nel Mar Mediterraneo che assumo i connotati di veri e propri cicloni tropicali. Stiamo parlando dei TLC o “Medicane”, strutture che interessano spesso lo Ionio, il Canale di Sicilia, il Mar Libico, il Mar Tirreno meridionale, o comunque tutti quegli specchi d’acqua ove le temperature superficiali del mare (SSTs) siano favorevoli all’innesco della convezione (> 26°C). Il periodo dell’anno in cui tipicamente tali sistemi si manifestano è l’autunno, ma non è raro assistere alla loro formazione anche in periodi inusuali, come l’inverno.
Come i loro “cugini” tropicali, i TLC presentano un cuore caldo, una struttura a spirale delle nubi con il tipico occhio, il quale deve essere persistente e circondato da una muraglia di nubi torreggianti (eyewall) e con moti di aria calda discendente all'interno. I venti superano tipicamente i 100km/h, sono caratterizzati dai rain rate delle precipitazioni elevati (> 500 mm/hr) e da minimi al suolo almeno inferiori ai 1000 hPa.
Non avendo un ente di riferimento unico come l’americana NOAA, vengono dati a questi sistemi i più disparati nomi, generando talvolta confusione e contribuendo quindi agli strafalcioni cui purtroppo molto spesso si assiste sul web

Previsione

1.gif
Analisi barica a cura del MetOffice


Attualmente, il Mar Ionio meridionale è interessato da un TLC denominato dalla FU-Berlin “Udine”. Questo sistema si è rapidamente evoluto nella giornata di mercoledì 16 settembre 2020, presentando tutte le caratteristiche sopra descritte. Il minimo andrà ulteriormente approfondendosi durante la giornata di giovedì 17 settembre 2020 con una traiettoria che lo vedrà puntare verso la Grecia ionica entro giovedì notte/prime ore di venerdì.
Secondo il centro di analisi ESTOFEX, il ciclone durante la giornata di mercoledì si è sposato verso nord, rallentando. Le immagini satellitari mostravano una struttura sorprendentemente organizzata. L’analisi satellitare basata sullo scatterometro del NOAA ASCAT suggerisce raffiche di vento attorno ai 45 kts ed una pressione al suolo di circa 995 hPa.
Il percorso di Udine è previsto, secondo quanto elaborato dalle previsioni basate sui modelli globali GFS ed ECMWF, dapprima verso Nord, per poi virare bruscamente in direzione Nord-Est verso le isole della Grecia Ionica. Fortunatamente, i modelli vedono un ciclone molto indebolito quando tenterà il landfall. Dopodiché il sistema si sposterà di nuovo al largo, verso Sud

2.png
Possibile percorso a cura di ESTOFEX


Tutti i modelli prevedono una rapida intensificazione durante le prossime 24h, con venti che porteranno Udine molto vicino alla soglia della Categoria 1 (venti compresi tra i 64-82 nodi). Questo rafforzamento sarà probabilmente dovuto ad un indebolimento del windshear.

3.png
Previsione venti


Sono previsi accumuli complessivi compresi tra i 400 ed i 600 mm lungo tutto il Peloponneso e su buona parte della Grecia centrale, indipendentemente dalla traiettoria che seguirà Udine, tra le giornate di giovedì, venerdì e sabato.
Le nostre estreme regioni meridionali non dovrebbero risentire eccessivamente della minaccia di Udine; l’onda lunga arriverà probabilmente con un’altezza di 3-4 mt nella giornata di giovedì lungo le coste ioniche di Calabria e Puglia.

4.png
Previsione mare
#snow #snow 26-27 Febbraio 2018; Emozioni indelebili! #snow #snow
Immagine


Qualità dell'aria Marano
https://maps.luftdaten.info/#10/40.8675/14.2424

http://www.campanialive.it/diffusione-polveri.asp

Avatar utente
Ombra84
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 19503
Iscritto il: domenica 15 marzo 2009, 11:24
Località: Anacapri
Stazione meteo: Davis Vantage Vue
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Anacapri

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Ombra84 » giovedì 17 settembre 2020, 16:18

Crotonese beccato con 150 mm a Isola di Caporizzuto.
E siamo lontani dal core del ciclone.
Occhio oramai ben determinato con stima di crescita fino a valori simili ad un uragano Cat 1 in serata. Ammesso che non lo sia lui stesso
Stazione meteo Anacapri (NA)

Moderatore Globale.

Avatar utente
noqot
Tornado
Tornado
Messaggi: 20121
Iscritto il: domenica 22 marzo 2009, 22:54
Località: Salerno - zona torrione alto
Stazione meteo: davis vantage pro 2
Fotocamera: canon 60D

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda noqot » giovedì 17 settembre 2020, 18:45

impressionante .. la Grecia è ben monitorata .. vediamo che succede e speriamo bene per loro
Stazione meteo Salerno - Torrione alto
http://www.campanialive.it/dati-meteo.a ... notorrione

Avatar utente
Picentino27
Tornado
Tornado
Messaggi: 20280
Iscritto il: domenica 9 dicembre 2012, 21:41
Località: Salerno
Stazione meteo: DAVIS VANTAGE VUE
Sistema Operativo: Windows XP
Località: Salerno - zona Rufoli ( 223 mt s.l.m. )
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Picentino27 » giovedì 17 settembre 2020, 19:26

Notevole #ts #ts #ts #sea #wind
NICOLA
(MARCOTULLIO) GIOVANNONE


Gaika forever

Avatar utente
leo95nf
Maestrale
Maestrale
Messaggi: 4453
Iscritto il: domenica 17 gennaio 2016, 23:06
Località: Marano di Napoli, 150mslm
Fotocamera: Galaxy S10 / Lumia 950 XL
Sistema Operativo: Windows 10
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda leo95nf » giovedì 17 settembre 2020, 21:48

Medicane "Udine"

Immagine 2020-09-17 214214.png
Medicane Udine come appariva poco prima del tramonto alle ore 18.00 CEST del 17 settembre 2020. Si notano l'occhio centrale ed il prominente eyewall nordoccidentale, evidenziato dalla violenta convenzione messa in risalto dagli ultimi raggi di sole.


Continua la traversata del Medicane Udine, che adesso minaccia seriamente le isole ioniche greche.
Al momento della scrittura di questo messaggio, il TLC è ormai quasi prossimo al landfall (previsto per domani alle prime luci dell'alba tra le isole di Leucade e Cefalonia), ed il suo centro si trova a circa 80 km dalle coste di Zante, 60 km dalle coste di Ceflonia e 100 km dalle coste di Leucade.
Le isole al momento sono sfiorate dal lato est del ciclone, che non risulta essere molto organizzato come il suo lato ovest, ma stanno già cominciando ad essere spazzate dai venti, come mostra questo video girato presso l'isola di Zante.
https://twitter.com/i/status/1306652853272969217

Analisi e previsioni

Udine (o Ionas, secondo l'agenzia meteorologica greca) presenta una struttura interna molto simile a quella dei cicloni tropicali, con un cuore caldo simmetrico.
Le immagini satellitari suggeriscono venti di 50 kts con punte ben superiori, e una pressone al centro di crica 990 hPa. Purtroppo, non avendo una organizzazione come il NOAA, non disponiamo di "Hurricane hunter" che possano fornirci dati certi.

10.phase1.png
Credits: Florida State University.


10.phase2.png
Credits: Florida State University.


Secondo le analisi ESTOFEX, il ciclone ha iniziato già dal primo pomeriggio il suo moto verso Est, che lo porterà, come abbiamo detto, vicino alle coste greche a partire dalla mattinata di domani venerdì 18 settembre 2020. Questo scenario è supportato da tutti i principali modelli di calcolo, mentre alcune incertezze cominciano a manifestrarsi dopo 18-24h. Infatti, mentre GFS insiste nel predire che Udine non si faccia troppo largo nell'entroterra, virando immediatamente verso Sud e mantenendo dunque una certa forza (essendo ancora per la maggior parte in mare), Reading vede un ben più debole ciclone, spostato più verso Est, in moto verso Sud.
Nonostante questo, tutti i modelli concordano sul fatto che Udine colpirà la Grecia con una forza simile (o di poco superiore) a quella di un uragano di Cat 1. Ciò genererà piogge con accumuli superiori ai 400mm in alcune aree, che saranno dunque soggette a pericolose alluvioni lampo. Venti con raffiche superiori ai 60 kts colpiranno le isole greche di Zante, Cefalonia e la zona costeria del golfo di Patrasso, come alcune aree del Peloponneso.

2020M01_2020091709.png
Il percorso di Udine secondo la previsione del centro ESTOFEX.


Il percorso di questo ciclone ricalca quasi alla perfezione quello del Medicane "Zorbas", che proprio due anni fa inflisse seri danni alle isole greche ioniche e alla Turchia.


Giornata dura anche per il crotonese

Non solo Grecia, come dicevamo in introduzione, ma anche l'estrema parte orientale della Calabria Ionica ha sperimentato il potente fianco sinistro di Udine.
Ben 150mm sono caduti nella locale stazione di Isola di Capo Rizzuto, di cui 80mm in una sola ora.
Le forti piogge hanno generato frane che hanno interrotto la SS106 Jonica, aperta al traffico solo poche ore fa.
Notevoli onde di circa 2-3m hanno interessato tutta la costa jonica calabrese.

maltempo_Isola_Capo_Rizzuto-3-673x505.jpeg
Disagi presso Isola di Capo Rizzuto.


maltempo_Isola_Capo_Rizzuto8-284x505.png
Disagi presso Isola di Capo Rizzuto.
maltempo_Isola_Capo_Rizzuto8-284x505.png (202.01 KiB) Visto 201 volte
Ultima modifica di leo95nf il giovedì 17 settembre 2020, 22:12, modificato 1 volta in totale.
#snow #snow 26-27 Febbraio 2018; Emozioni indelebili! #snow #snow
Immagine


Qualità dell'aria Marano
https://maps.luftdaten.info/#10/40.8675/14.2424

http://www.campanialive.it/diffusione-polveri.asp

Avatar utente
Neve83
Uragano
Uragano
Messaggi: 14079
Iscritto il: venerdì 5 febbraio 2010, 16:02
Località: Atripalda(AV) 314m slm
Stazione meteo: Oregon e Explore Scientific
Fotocamera: Sony 14.1 Mp-Huawei P9 plus-Nokia Lumia
Sistema Operativo: Windows 10 Pro
Località: Atripalda - altitudine minima 276m slm - altitudine massima 553m slm

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Neve83 » giovedì 17 settembre 2020, 22:00

Bel report leo :ymapplause:
Vedremo domani che forza avrà( sperando abbiano preso le giuste precauzioni in Grecia)
Cade la neve: tutt'intorno è pace. ❄ ⛄ ❄ ❄️ ⛄ ❄ ❄️ ⛄ ❄
Immagine

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31175
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: Umidigi S3 48Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux- W10 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Iceman » giovedì 17 settembre 2020, 23:09

l'unica DAvis a Zante è morta alle 8.16 PM
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

31/10/19 to 29/11/19 record di 30 gg. di pioggia

Avatar utente
Blizzard
Staff
Staff
Messaggi: 1825
Iscritto il: sabato 14 marzo 2009, 17:01
Località: Napoli - Vomero (220 mslm)

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Blizzard » venerdì 18 settembre 2020, 7:36

Iceman ha scritto:l'unica DAvis a Zante è morta alle 8.16 PM


L'emozione di confrontarsi con il Medicane le ha fatto venire un infarto... :(

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31175
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: Umidigi S3 48Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux- W10 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Iceman » venerdì 18 settembre 2020, 9:16

più che le emozioni mi sa che le linee elettriche e/o dati fanno cagare
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

31/10/19 to 29/11/19 record di 30 gg. di pioggia

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31175
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: Umidigi S3 48Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux- W10 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Iceman » venerdì 18 settembre 2020, 9:32

bellino ma nulla di folle...

KPS99I00NA.png
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

31/10/19 to 29/11/19 record di 30 gg. di pioggia

Avatar utente
leo95nf
Maestrale
Maestrale
Messaggi: 4453
Iscritto il: domenica 17 gennaio 2016, 23:06
Località: Marano di Napoli, 150mslm
Fotocamera: Galaxy S10 / Lumia 950 XL
Sistema Operativo: Windows 10
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda leo95nf » venerdì 18 settembre 2020, 14:51

Neve83 ha scritto:Bel report leo :ymapplause:
Vedremo domani che forza avrà( sperando abbiano preso le giuste precauzioni in Grecia)

Grazie Neve :)
#snow #snow 26-27 Febbraio 2018; Emozioni indelebili! #snow #snow
Immagine


Qualità dell'aria Marano
https://maps.luftdaten.info/#10/40.8675/14.2424

http://www.campanialive.it/diffusione-polveri.asp

Avatar utente
Iceman
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31175
Iscritto il: venerdì 13 marzo 2009, 14:59
Località: Napoli-Vomero Alto Alt.280 mt
Stazione meteo: Davis Vantage Vue - Davis VP2
Fotocamera: Umidigi S3 48Mpx - Kodak DX 4Mpx
Sistema Operativo: Ubuntu Linux- W10 - Browser Chroome
Località: Italy
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Iceman » venerdì 18 settembre 2020, 15:16

ovviamente i complimenti a Leo che se li merita tutti.. :D
Iceman


Ricomincio da tre

Il freddo unisce il caldo separa...

Ridatemi il febbraio del 1956 ... 2018 c'eravamo quasi...

La neve è neve...la grandine è grandine :-P

Datemi canna albanese vorrei vedere Napoli sepolta dalla neve più che in una città svedese

31/10/19 to 29/11/19 record di 30 gg. di pioggia

Avatar utente
Fabietto17
Supporter Campanialive.it
Supporter Campanialive.it
Messaggi: 17026
Iscritto il: domenica 29 marzo 2009, 13:59
Località: Marano di Napoli
Stazione meteo: Davis Vantage Vue

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda Fabietto17 » venerdì 18 settembre 2020, 22:58

Si ma comm si chiama Ianos o Udine se po sapè?
Stazione meteo Marano di Napoli (NA)

30-31/12/2014 Neve a Marano con -3°con sfondamento da Stau
Dicembre 2015 0.0 mm record storico
Dicembre 2016 4.0 mm altro record
26/27 Febbraio 2018 Nevicate record Temp. -1.5° e 15 cm misurati il giorno 27/02
Novembre 2019 record assoluto di pioggia di tutti i tempi: 608 mm

Avatar utente
leo95nf
Maestrale
Maestrale
Messaggi: 4453
Iscritto il: domenica 17 gennaio 2016, 23:06
Località: Marano di Napoli, 150mslm
Fotocamera: Galaxy S10 / Lumia 950 XL
Sistema Operativo: Windows 10
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda leo95nf » sabato 19 settembre 2020, 0:16

Medicane "Udine"

50355868136_2c8e1b7723_o.jpg
Spettacolare immagine del Medicane Udine (o Ianos) elaborata da Pierre Markuse grazie ai dati del satellite europeo Sentinel-3, 18 settembre 2020.


Come da previsioni, il TLC Udine ha effettuato il landfall durante le prime ore di oggi, venerdì 18 settembre 2020, tra le isole greche di Cefalonia e Zante.
Il ciclone ha probabilmente raggiunto la forza di uragano durante le primissime ore di venerdì, mente si manteneva su di un percorso verso est versola costa ovest della Grecia insulare.
Venti da uragano hanno interessato una zona ampia circa 10km dal centro della tempesta, così come le intense piogge delle possenti celle del suo eyewall.
All'atto della scrittura di questo messaggio, ciò che resta di Udine sta apportando pioggia in una vasta area della Grecia centrale, tanto che l'Hellenic National Meteorological Service ha emesso ancora allerta rossa per queste zone.

Analisi e previsioni
Le ultime immagini satellitari suggeriscono ancora venti, nei pressi delle isole ioniche, con punte di 30-35 kts. La pressione ha raggiunto, nella mattinata di oggi, il valore di 995 hPa.

WMBds158.png
Venti stimati dallo scatterometro ASCAT alle 21.07 UTC del 18/9/2020.


Alberi abbattuti e blackout sono stati segnalati lungo tutta l'isola di Cefalonia, ai cui abitanti è stato intimato di resare in casa. Le raffiche di vento hanno raggiunto i 60kts su buona parte di Celafonia e di Zante, secondo quanto riportato da Etienne Kapikian di Meteo-France. Kapikian racconta sempre su Twitter come Udine abbia posseduto "un chiaro occhio circondando da un possente convezione (eyewall) e venti degni di una tempesta tropicale"

0920_ianos-damage-tweet.jpg
Alcuni danni presso l'isola di Zante, per approfondire https://greece.greekreporter.com/2020/09/18/medicane-ianos-lashes-kefalonia-ithaca-and-zakynthos-floods-blackouts-fallen-trees/
0920_ianos-damage-tweet.jpg (55.74 KiB) Visto 120 volte


Piogge torrenziali si sono sviluppate lungo i rilievi della Grecia occidentale non appena i venti di Udine hanno comincito a condurre umidità verso l'alto. Stime satellitari delle ore 16.10 CEST suggerivano rate di 50mm/hr, con accumuli che hanno raggiunto i 120-140mm in alcune località della Grecia continetale centrale.

IANOS_rain2_18092020.jpg
Rate stimato dal satellite alle ore 17.10 locali del 18 settembre 2020.

RainTot1_Ianos_18092020.jpg
Accumuli giornalieri alle 17.20 locali del 18 settembre 2020 come rilevati dalla rete del National Observatory of Athenes.


Udine curverà verso sud lungo o nelle immediate vicinanze della costa sudoccidentale della Grecia. Piogge intense continueranno ad abbattersi lungo la Grecia meridioale, con tanto di rischio alluvioni e allagamenti. Durante il fine settimana, Udine - indebolito dall'impatto col terreno - potrebbe guadagnare un po' di forza prima di un potenziale secondo landfall in Libia, domenica notte. I modelli non concordano ancora tutti su se Udine si muoverà a largo oppure si indebolirà gradualmente lungo il Mediterraneo sudorientale.
#snow #snow 26-27 Febbraio 2018; Emozioni indelebili! #snow #snow
Immagine


Qualità dell'aria Marano
https://maps.luftdaten.info/#10/40.8675/14.2424

http://www.campanialive.it/diffusione-polveri.asp

Avatar utente
leo95nf
Maestrale
Maestrale
Messaggi: 4453
Iscritto il: domenica 17 gennaio 2016, 23:06
Località: Marano di Napoli, 150mslm
Fotocamera: Galaxy S10 / Lumia 950 XL
Sistema Operativo: Windows 10
Contatta:

Re: TLC mediterranei, stagione 2019 e seguenti

Messaggioda leo95nf » sabato 19 settembre 2020, 0:17

Iceman ha scritto:ovviamente i complimenti a Leo che se li merita tutti.. :D


Grazie Mario, è sempre un piacere :)

Fabietto17 ha scritto:Si ma comm si chiama Ianos o Udine se po sapè?


Non ha un nome unico, purtoppo come ho scritto ogni agenzia europea ha dato al Medicane un nome. Io mi affido alla FU-Berlin, l'unica che può nominare le depressioni in Europa. Ianos secondo l'agenzia greca.
#snow #snow 26-27 Febbraio 2018; Emozioni indelebili! #snow #snow
Immagine


Qualità dell'aria Marano
https://maps.luftdaten.info/#10/40.8675/14.2424

http://www.campanialive.it/diffusione-polveri.asp


Torna a “Articoli & Discussioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite